Ansia e depressione? Non più grazie all’agopuntura!

0
942
ansia

Ansia e depressione

L’energia vitale o shen è strettamente collegata al sangue (xue) il quale, a sua volta, è correlato sia all’energia acquisita qi sia alla componente ereditaria jing.

La legge di trasformazione dell’energia jing-qi-shen indica che la salute mentale si lega a fattori inerenti alla nutrizione e alla ereditarietà.

Lo shen appartiene al movimento fuoco e rappresenta la massima espansione, dinamizzazione dell’energia psichica: è l’intelligenza, l’affettività, la sensibilità, la capacità relazionale.

É la gioia di vivere.

É il cuore ad ospitare lo shen e “governa” il sangue.

Sostenuto dal sangue, lo shen viene distribuito all’interno degli organi, dei quali assume le caratteristiche:

FegatoOspita l’energia psichica hun, la dinamizzazione, l’estrinsecazione e l’espansività.
PolmoneOspita l’energia psichica po, il rallentamento, la riservatezza.
ReneOspita l’energia psichica zhi, la capacità volitiva, le potenzialità.
Milza/StomacoOspita l’energia psichica yi, la riflessione, l’equilibrio dell’intero sistema

Lo shen può essere:

Ostruitoper accumulo di umidità
Agitatoper sviluppo di calore
Denutritoper deficit di qi-xue, di yin-jing, yang

L’ansia è frequentemente causata da un eccesso di calore che agita il sangue e lo shen.

Si può trattare di fuoco in eccesso (stress, alimentazione…) o di fuoco da deficit di yin.

La denutrizione dello shen porta alla depressione, causata fondamentalmente dal deficit di sangue.

Il quadro misto di ansia e depressione si manifesta quando il ristagno dell’energia o del sangue o l’accumulo dei tan (umidità) ostruiscono il fluire dello shen.

L’ansia e la depressione sono spesso legati ad insonnia che può essere agitata o tranquilla a seconda che ci sia calore o meno.

Il trattamento dell’ansia tramite agopuntura non intende contrapporsi né sostituirsi ai trattamenti di medicina tradizionale.

É finalizzato ad offrire un aiuto supplementare agendo sinergicamente con essa.

Secondo numerose ricerche scientifiche, l’agopuntura si rivela particolarmente efficace nelle forme iniziali della sindrome ansiosa, oppure in fasi cronicizzate e curate con terapie tradizionali.

Lagopuntura può affiancarsi anche alla psicoterapia.

In generale, l’agopuntura richiede cicli di sedute, ognuna delle quali ha una durata di circa venti minuti.

Gli aghi vengono apposti in determinati punti dei meridiani, provocando una regolazione reciproca tra ortosimpatico e parasimpatico.

Solo così riusciranno a riequilibrarne la funzionalità.

L’effetto regolatore neurovegetativo dell’agopuntura è stato confermato da numerose evidenze scientifiche che hanno sottolineato l’efficacia nella riduzione della sintomatologia somatica collegata agli stati ansiosi.

Grazie al suo effetto terapeutico di agire direttamente su alcune aree encefaliche, l’agopuntura potenzia la produzione di serotonina in maniera analoga a quella dei farmaci antidepressivi SSRI.

Tale dato avvalora il presupposto della medicina cinese che sostiene che ogni organo è collegato ad un sentimento, confermando la stretta correlazione tra soma e psiche.

L’agopuntura quindi, agendo sui disturbi organici, è in grado di curare anche quelli psichici dipendenti da essi.

Il medico agopuntore deve essere in grado di selezionare i punti funzionalmente utili, a livello dei quali si verifica la necessità di liberare l’energia bloccata.