Astragalo

0
595
astragalo

Astragalus membranaceus Moench

Astragalo Astragalus membranaceus Moench

astragalo

Il suo nome cinese è Huang Qi (⻩芪) e viene utilizzato in fitoterapia energetica da millenni.

È una pianta appartenente alla famiglia delle Leguminose, originaria del nord della Cina e della Mongolia, diffusa nelle regioni a clima temperato.

I principi attivi dell’Astragalo sono contenuti nella sua radice che contiene saponine triterpeniche (astragalosidi, isoastragalosidi), polisaccaridi (astragalano e astraglucano), flavonoidi (isoflavoni, isoflavani e pterocarpani) e amine biogene (colina, betaina e GABA).

astragalo
astragalo

Azioni

Tonifica il qi di Milza-Pancreas e Polmone.

Determina la salita di qi e di yang.

Tonifica wei qi, il qi difensivo, e consolida il biao.

Favorisce la diuresi e regolarizza il metabolismodei liquidi.

Collabora al sostentamento del sangue.

Elimina il pus e favorisce la cicatrizzazione

astragalo

In altre parole:

  • stimola il sistema immunitario
  • possiede attività anti-infiammatoria specie contro il raffreddore
  • ha azione ipotensiva
  • vasodilatatrice
  • spasmolitica
  • epatoprotettiva
  • favorisce la cicatrizzazione
  • riduce la distensione addominale
  • stimola il metabolismo basale
  • riduce la stanchezza

I segnali di un sistema immunitario indebolito sono facilmente riconoscibili.

astragalo

Chi si ammala facilmente, sia di problemi respiratori che di dolori reumatici, oppure è convalescente in seguito ad attacco virale, sicuramente ha un sistema di difesa non efficiente.

In medicina cinese stimolare il qi difensivo (wei qi) equivale ad incrementare le difese immunitarie e prevenire patologie respiratorie e talora reumatiche specie in quei pazienti particolarmente suscettibili e che ai primi freddi presentano un incarnato pallido, sono astenici e deboli fisicamente, sentono i muscoli stanchi, sudano al minimo movimento, dichiarano un grande fastidio per il vento e percepiscono a fior di pelle la minima corrente d’aria.

Questi hanno spesso la rinite, possono essere rauchi, avere una fastidiosa tosse, non una vera e propria bronchite ma una debolezza di gola, voce debole.

Una persona che vive un periodo di forte stress sia fisico che mentale, oppure chi ha qualche problema nella sfera del sonno (situazioni che predispongono alla malattia).

Chi vive in zone dove i cambiamenti climatici sono improvvisi e repentini, dal tiepido sole al freddo vento nel giro di pochi minuti.

Per chi ultimamente ha meno memoria oppure deve studiare intensamente.

Questi soggetti possono trarre un grande vantaggio dall’utilizzo per qualche tempo della radice di astragalo.

Rimane il principio in base al quale la prevenzione è la cura migliore.

In questi casi l’astragalo è il farmaco di prima scelta e può essere utilizzato da solo oppure all’interno della ricetta “yu ping feng san””, la polvere del “paravento di giada” un’antichissima formula in cui viene associato ad altri due rimedi: la radice di Ledebouriella e quella di Atractylodis.

Come afferma il nome di questa formula la sua azione è quella di “riparare, proteggere dal vento” un organismo che per il deficit di wei qi non è in grado di organizzare delle difese efficaci contro le energie cosmopatogene.

astragalo

INDICAZIONI: Astenia, affaticamento, influenze, raffreddori, prolasso di organi.

astragalo